La mia Istanbul, tra grazia e passioni

Sono a Istanbul nei giorni dei disordini. O, meglio, dei tentativi di stabilire un nuovo ordine, che sia più rispettoso dei diritti dei cittadini, dell’amore per la natura, per i pochi alberi che ancora resistono a un’espansione edilizia senza sosta e senza quartiere. Sono a Istanbul per lavoro, ma poi anche per iniziare ad annusare…

Ironia e quotidianità: 35 morti di Sergio Álvarez

«Yo no quiero que me hablen de penas ni sentimientos, / Yo quiero vivir mi vida alegre, feliz, contento…» A la memoria del muerto, Gilberto Méndez Non sapevo dell’esistenza di Sergio Álvarez, finché non ha iniziato a parlarmi di morte. Non essendo appassionata di letteratura latinoamericana l’ho incontrato quasi per caso, fra le recensioni librarie…