L’antologia della morte

Al gioco del trono o si vince o si muore. E c’è chi sulle morti violente, spettacolari e impressionanti di Game of Thrones ha costruito un’antologia illustrata, invitando i più temerari a inviare le loro variazioni sul tema. A Valentina il compito di presentarcelo.

Beautiful Death, Valar Morgulis: Game of Thrones, Season 3, Episode 10. Ill. Robert Ball

Beautiful Death, Valar Morgulis: Game of Thrones, Season 3, Episode 10. Ill. Robert Ball

Ned Stark (interpretato da Sean Bean), e insieme a lui gli spettatori, è stato avvertito sin dalla prima puntata: «When you play the game of thrones, you win or you die», al gioco del trono o si vince o si muore. Infatti, come sanno bene i fan di Game of Thrones, serie fantasy prodotta dalla HBO dai romanzi di George R. R. Martin, la morte è dietro l’angolo anche per i personaggi principali, anche per quelli che non sono interessati al trono di spade. E la morte è sempre spettacolare, violenta e impressionante.

Non stupisce quindi che uno dei blog ufficiali legati alla serie si chiami Beautiful Death e ripercorra le quattro stagioni attraverso una serie di illustrazioni definite come “the official death-by-death countdown to Game of Thrones”. Le immagini sono realizzate dall’illustratore Robert Ball che ha scelto le morti più iconiche e ne rappresenta la dinamica inserendo citazioni, dettagli e particolari che rimandano alle vicende dei personaggi interessati. Ball invita i lettori a partecipare a quella che definisce una “deadly anthology” inviando le loro variazioni sul tema che sono visibili di fianco a quella ufficiale. Basta uno sguardo a queste illustrazioni per capire quanto gli spettatori di Game of Thrones siano stati impressionati dalle morti violente tanto degli uomini che degli animali. Proprio per questo le immagini del blog si presentano anche come un modo per rielaborare i momenti più violenti di ogni episodio. «Una lezione, un avvertimento, un’opportunità – ogni morte nel regno è avvolta da un significato più grande» dice Ball.

Beautiful Death, Drakarys: Game of Thrones, Season 3, Episode 4. Ill Robert Ball

Beautiful Death, Drakarys: Game of Thrones, Season 3, Episode 4. Ill Robert Ball

Sembra proprio che tutti i personaggi che abitano il mondo fantastico creato da Martin debbano morire (e su questo si ironizza molto sui siti e i forum dedicati alla serie) e a giudicare dai precedenti nessuna di queste morti lascerà indifferente gli spettatori. Del resto una delle più famose citazioni della serie, presente anche sulla pagina di Beautiful Death, ci dice molto chiaramente qual è il vero e imprescindibile punto fermo dell’intera storia: «C’è un solo dio e il suo nome è Morte. E c’è una sola cosa che diciamo alla Morte: non oggi» (qui dalla prima serie, sesto episodio).

Attenzione: prima di andare a visitare Beautiful Death vi avverto che contiene molti dettagli sulla storia fino alla fine della quarta stagione quindi attenti allo spoiler!

Beautiful Death
Game of Thrones

di Valentina Rossetto

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...