Paint it Black – I libri da colorare, per adulti

Teschi, scheletri, rose, feste, alcol a fiumi, ma anche bare, ragnatele e vampiri. Dal Messico alla Transilvania, il mondo dei libri da colorare per adulti è vastissimo e non lascia scontento nessuno, dai luttuosi gioiosi ai superdepressoni. E vanno bene sia le scatole di pennarelli da 60 – o anche 90 – sia un semplice trattopen. Nero.

Lo ammetto. Arrivo sempre tardi e non assecondo le mode, il che è un bene. A volte, però, le cavalco con anni di ritardo, e mi accorgo di un “fenomeno” quando ormai è scoppiato da tempo, e praticamente vado a sbatterci dentro con il muso.

A luglio, per il mio compleanno, Sara e Walter mi hanno consegnato un pacchetto. Conteneva un festone di teschietti neri e un libro da colorare, bellissimo. Lo ha pubblicato Logos, e contiene 30 disegni di Sarah Walsh, illustratrice statunitense di Kansas City, che di libri da colorare ne ha già prodotti tre: sul circo, sul carnevale e… sul giorno dei morti. Day of the Dead è stata la mia scoperta del mondo dei libri da colorare per adulti, e sfogliandolo ho subito capito che era pieno di elementi a me cari: scheletrini festanti e scheletrine vezzose, fiori e piante, gatti, feste, fiumi di alcol e cavallini. Lì per lì, comunque, non ci ho fatto caso più di tanto. Arrivata a casa l’ho posato su una poltrona ed è stato lì a lungo finché, in una libreria di Budapest, non ho visto che ai libri di “art therapy” era dedicato un intero tavolo: c’erano cuori, giardini, mandala, mille altri soggetti. Ho pensato: cavoli! Il mio Day of the Dead. Sono tornata e tra le prime cose che ho fatto c’è stato l’acquisto di una gigante confezione di pennarelli Carioca all’autogrill. Sono 60, in una bella scatola a soggetto: le principesse Disney. Posso finalmente iniziare. Coloro il gatto di giallo e arancio, i fiori prevalentemente di rosso e di rosa. Ai cavallini faccio le classiche criniere da Miny Pony: di rosa, violetto e di giallo. Provo una bella sensazione, credo che abbia ragione chi dice che colorare fa bene, e via via che completo stacco i fogli e li metto da parte, forse qualcuno lo appenderò, e forse a un certo punto passerò alle matite.

Ma dicevo, quella della therapy art sta diventando una moda a tutti gli effetti. Non c’è libreria che non esponga almeno una decina di titoli e alcuni sono diventati veri e propri best seller. Così ho fatto una microricerca per scovare i titoli più adatti ai luttuosi. Pensateci prima di Natale, di un compleanno, di un regalo per pochi euro e tanta felicità. La scelta non manca! Oltre a Day of the Dead di Sarah Walsh mi piace ad esempio Dia de los muertos pubblicato da Midnight Edition: altre 30 illustrazioni su calaveras, rose, donne e madonne. Se amate questa festa, c’è anche Día de los muertos con le illustrazioni di Nicholas Ivins.

Diversamente, si può andare nel mondo dei teschietti di zucchero, quelli di The Huge Sugar Skull Coloring Book di Mia Blackwood, disponibile pare in pochissime copie su Ebay o Sugar Skull di Maryna Salagub o ancora su Sugar Skulls di Thaneeya McArdle.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se i teschi messicani sono decisamente troppo allegri e non rientrano nelle vostre corde, non preoccupatevi, ce n’è anche per voi. Tom Devoland ha realizzato or ora The Coloring Book for Goths – The most depressing book, pubblicato da Atria Books, che se volete potete colorare tutto di nero. Bando agli scheletri festanti, allora, e via a bare, ragnatele, cuori anatomici… L’intento è (chiaramente?) ironico: «Un esilarante, nichilista, libro da colorare “senza colori” che incoraggia sbalzi d’umore e tetraggine – perfetto per il goth che è in tutti noi. Un libro da colorare per adulti i cui bicchieri sono sempre mezzi vuoti. Afferra la tua matita nera preferita o pastello e prenditi una pausa dalla routine quotidiana con libro da colorare più deprimente del mondo. In una parodia esilarante del trend libro da colorare per adulti, il libro da colorare per goth ti farà ridere dalle profondità più oscure della tua anima, se sei capace di una cosa del genere». Sulla stessa onda, My Black Heart – A Goth Coloring Book, di SL Scheibe e tanti titoli sui vampiri e altre amenità…

Che ne dite? Non vi è presa una supermatta voglia di colorare tutto… di nero?

di Silvia Ceriani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...