Le case degli spiriti

In Alaska, in un parco a una quarantina di chilometri da Anchorage, le sepolture sono costituite da piccole case variopinte, immerse nel verde delle foreste di conifere e ontani. Davanti a ognuna di esse, una croce ortodossa. In un luogo lontanissimo, diverse tradizioni si incontrano, in un originale mix culturale.

case_degli_spiriti_alaska_10

Che cos’è una tomba se non l’ultima dimora delle spoglie mortali? La nostra ultima casa? L’Eklutna Historical Park si trova in Alaska, 39 chilometri a nordest dalla città di Anchorage. Nonostante le condizioni ambientali particolarmente dure, anche questa fu “terra di conquista”. Nel 1830, infatti, arrivarono sul posto missionari russi ortodossi e, come spesso accade, le loro tradizioni si mescolarono con quelle delle popolazioni indigene locali, dando luogo a una cultura specifica e originale. Una delle espressioni più autentiche e famose di questa cultura è data appunto dalle sepolture che sono… tante piccole casette variopinte.

case_degli_spiriti_alaska_5_linn_d_rosentrater

Ph. Linn D. Rosentrater

Il sito, immerso nel verde dei prati e delle foreste di conifere, betulle e ontani, è dominato da due chiesette entrambe intitolate a San Nicola, veneratissimo dalle chiese cattolica e ortodossa e campione di patronati. Alla chiesa vecchia subentrò nel 1962 la chiesa nuova, costruita dalla popolazione di Eklutna e ancor oggi funzionante. Ma l’attrattiva del posto sono senz’altro gli oltre 100 siti di sepoltura, ribattezzati spirit houses. Si tratta di grandi di legno, della dimensione di una grande casa per bambole dipinte con colori vivaci: il bianco, il rosso, il blu, il verde, il giallo. Alcune hanno una piccola staccionata che le circonda, altre qualche elemento decorativo – una piccola “cresta” –sul tetto, alcune finestre e verande, tutte una croce ortodossa, anch’essa pittata di svariati colori. Quest’ultima è costituita da una barra verticale intersecata con tre barre orizzontali: la prima dall’alto rappresenta la targa col titulus crucis; la seconda, più lunga, è quella per le braccia aperte; l’ultima, lievemente inclinata, funge da poggiapiedi.

case_degli_spiriti_alaska_9

Le case degli spiriti sono adagiate nei prati verdeggianti e, non di rado, mostrano segni di decadimento. Ma è normale così, anche il degrado rientra in una visione tradizionale secondo cui il legno, con il passare del tempo si rovina, marcisce, si disintegra nel terreno. Nessun restauro è previsto per frenare questo processo naturale. Tutto ritorna alla terra.

case_degli_spiriti_alaska_6

Prima dell’arrivo dei missionari russi i nativi Dena’ina, uno dei popoli Athabaskans, erano soliti cremare i propri morti. Dopo la cremazione, le ceneri erano riposte in cesti di corteccia di betulla e collocati sugli alberi o sulla riva del fiume, in attesa che gli spiriti si liberassero e intraprendessero il proprio viaggio verso il “paese alto”. A poco tempo dall’incontro con una cultura diversa, abbandonarono questa pratica e iniziarono a seppellire i cadaveri, costruendo un piccolo cimitero intorno alla chiesa. Una volta sepolto il morto, sulla tomba viene adagiata una coperta, con la funzione di riscaldare e confortare l’anima, e a 40 giorni dalla sepoltura si avvia la costruzione della casetta. Sia la coperta che la casetta non hanno né nomi né date. I colori servono per identificare l’appartenenza del morto a una o a un’altra famiglia.

case_degli_spiriti_alaska_7_jim_forest

ph. Jim Forest

Croci ortodosse e colori Dena’ina: ecco i simboli di questo originale e bellissimo mix culturale. Alcune tombe hanno soltanto la croce, e indicano le sepolture degli ortodossi non nativi del posto.

di Silvia Ceriani

Informazioni:
L’Eklutna Historical Park è aperto al pubblico a partire dalla metà di maggio alla metà di settembre, dal lunedì al venerdì, dalle 10 del mattino alle 5 del pomeriggio. È previsto un biglietto d’ingresso di 5 dollari per gli adulti. Si effettuano visite guidate.

Fonti:
Atlas Obscura
Eklutna Historical Park

haunted-eklutna-spirit-houses-chugiak-alaska

case_degli_spiriti_alaska_4_howder-family-com

Ph. hoderfamily.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...