Sulle tracce di Vlad l’impalatore

I film che lo vedono protagonista sono decine e i suoi volti cinematografici più celebri sono probabilmente quelli di Klaus Kinski che ne assunse i panni in Nosferatu, il principe della notte per la regia di Werner Herzog, dell’ungherese Bela Lugosi che ne assunse i panni nel 1931 nel film Dracula diretto da Tod Browning (lo stesso…

Erzsébet: sangue blu, e possibilmente abbondante

«Ho appreso da Thorko una nuova deliziosa tecnica: prendi una gallina nera e la percuoti a morte con la verga bianca; ne conservi il sangue e ne spalmi un poco sul tuo nemico. Se non hai la possibilità di cospargerlo sul suo corpo, fai in modo di procurarti uno dei suoi capi di vestiario e impregnalo con il sangue». A due giorni dal suo compleanno e a qualcuno in più dal mio viaggio in Ungheria, un piccolo approfondimento su Erzsébet Báthory.

Lastello: l’ultimo ciao a portata di click

Lastello è il primo comparatore online di funerali e agenzie funebri. È un modo pratico per risolvere velocemente molti impicci, economici, e darsi il tempo di elaborare, interiormente il lutto. Il funerale 2.0 passa anche di qui e ne sono convinta: se due mondi apparentemente lontani come l’informatica e i funerali s’incontrano, non può che nascerne qualcosa di buono.

The Day After

Chi si congela e rinasce (zombie) fra 300-400 anni, chi, più poeticamente, diventerà una pianta o un insediamento di coralli. O suonerà al ritmo di Satan Said Dance. O si farà diamante. Le soluzioni per i nostri cadaveri-non cadaveri sembrano essere molteplici. Eccole qui, le prime cinque. 1. I nonni surgelati Oggi una news del…

Confessions of a Funeral Director: come morire nell’epoca della rivoluzione della comunicazione

La rivoluzione industriale ha avuto ricadute favorevoli nella creazione dell’industria funeraria, un business gestito da professionisti che vi strappano di mano la persona amata e fanno il lavoro sporco in vostra vece. Un tempo i funerali e le sepolture erano gestiti dalla famiglia del defunto; ora sono in mano nostra – i professionisti del settore…

miaurna: art & design never die

La prima che ho visto, quando ho iniziato a guardarmi in giro per riempire di idee il Salone del lutto, era una magnifica capannina di bronzo risalente all’VIII secolo a.C. Gli etruschi, evidentemente, pensavano all’urna cineraria come a una casa accogliente per il defunto. Forse non si sarebbe manco accorto del passaggio nell’aldilà. Poi su…

Salone del Lutto, il blog

Salone del Lutto nasce poco meno di un anno fa, il 5 di maggio (e non è un caso), per riportare il “grande rimosso” della nostra società al centro della discussione e per fare cultura con ironia e compostezza. È un luogo metafisico, al momento, uno spazio per raccogliere idee che spaziano dall’arte all’ecologia alla…