The Loved One

Non ho mai avuto la pretesa dell’onniscienza, eppure mi chiedo come il libro che ho acquistato sia potuto sfuggirmi così a lungo e impunemente. A Torino, sotto l’ala del mercato vicino a casa mia, c’è un negozietto che vende vino sfuso e libri usati. C’ero entrata per il vino, e sono uscita con una bottiglia…

Celle qui n’était plus

Molti di voi, probabilmente, avranno visto I diabolici (Les Diaboliques), film del 1955 con il quale il francese Henri-Georges Clouzot pare abbia battuto sul filo di lana il buon Alfred Hitchcock, aggiudicandosi il soggetto originale. Due note curiose sulla pellicola: la quasi completa assenza di musica, dacché la colonna sonora si limita a 2 minuti…

Condominio R39

Sono così felice di leggere degli esordi letterari così convincenti che di quello di Fabio Deotto parlo ugualmente, anche se non è “luttuoso” al 100%. E di questo autore mi piace anche la biografia poco lineare. Classe 1982, laureato in biotecnologie, Deotto è un giornalista freelance, che scrive di scienza ma anche di musica per…

Anche i paperi… muoiono

I fumetti, forse, sono uno degli ambiti in cui meno ci si aspetta di incontrare la morte, abituati come siamo a pensarli come fonte di divertimento, di svago, quindi di vita. D’altronde essendo la maggior parte di noi rimasta alle letture fumettare dell’infanzia – Topolino o al massimo Asterix –, è difficile immaginare che la Morte faccia…

L’invenzione della madre

L’ho comprato sabato. L’ho iniziato domenica sera e, come sempre più raramente accade, non ho potuto più farne a meno. Sul treno, al bar, sul divano di casa. L’invenzione della madre, il romanzo d’esordio di Marco Peano, alla terza ristampa in due settimane, non dà tregua, e tu ti asserragli nella lettura finché non l’hai…

Non permettere che mi dimentichino

Il libro Santa Evita, fosse stato per me forse non lo avrei mai comprato. E invece ringrazio Malvina ogni giorno di più per avermelo consigliato, perché fra quelle pagine mi sono completamente persa. Il motivo è semplice: Tomás Eloy Martínez, uno dei più noti scrittori e giornalisti argentini contemporanei, compone un romanzo-inchiesta straordinario sulla vita…

Paura

Paura è il titolo perfetto per l’autobiografia di Dario Argento, “il maestro del brivido” come ci ricorda la fascetta del libro, perché non è solo l’emozione che da sempre il regista vuole far vivere ai suoi spettatori, è anche quella che più spesso lo ha accompagnato nella sua vita. Quando è cominciato tutto? Dario Argento…

Quelle lettere di colore viola

Si studia ancora la mitologia, a scuola? Io la studiavo e aspettavo quell’ora – una soltanto, a spezzare la grammatica, le coniugazioni, le declinazioni – con impazienza. Aveva la forza di portarmi altrove. Di farmi riflettere, come poche altre materie, sui grandi concetti. Perché in fondo mi sono sempre piaciute le fiabe. Tra i vari miti, almeno…

All’infinito e irripetibilmente

Metti un giorno di entrare in una biblioteca, di quelle imponenti, dove ogni sala contiene una lettera dell’alfabeto e una soltanto. Hai la fortuna di farlo quando l’orario di visita è finito, perché c’è chi si premura di procurarti un lasciapassare. Sei tu. E ci sono i libri, tantissimi. E c’è come una forza misteriosa…

Omaggio a Huysmans

Come mi ero ripromessa di fare, ho prenotato Sottomissione di Houellebecq e l’ho letto d’un fiato non appena me ne sono impossessata. Mi ero anche ripromessa di non parlarne qui, su SdL, perché pensavo che fosse fuori contesto. Ma appena l’ho aperto ho trovato una citazione, piuttosto lunga, tratta da En route, il romanzo del…