Vinci Black Hole!

Luttuose e Luttuosi! SdL da un po’ di tempo, fa un concorsino per il suo blog . Abbiamo premiato Daniele, Costanza, Roberta, Valentina, xxx… Niente di che o molto (dipende dai punti di vista): i premi sono libri che ci piacciono. E per questa nuova fase – che si chiuderà, udite udite, al raggiungimento di 800 iscritti –abbiamo scelto “Black Hole” di Charles Burns, un grande classico che dovete leggere, assolutamente.

Partecipare è semplicissimo. Basta cliccare sul tasto “iscriviti” che compare in basso a destra quando bazzicate da queste parti e poi confermare il tutto alla mail che vi invierà wordpress. Se proprio non ce la fate, mandateci una mail a salonedellutto@gmail.com scrivendo nell’oggetto “Iscrizione al blog”. Provvederemo noi stesse a iscrivervi con le nostre sante manine.

1Wi61Ft2kawx

Ma ora conosciamo un po’ più da vicino il premio. Charles Burns ha iniziato la lavorazione di Black Hole nel 1994, proseguendo poi per dieci anni. Se appare difficile catalogare un’opera così originale (cronaca semiautobiografica adolescenziale, narrazione horror…), è indiscussa invece la conferma del particolare talento di Burns nel descrivere atmosfere misteriose che divengono fascinose e terrificanti nello stesso tempo. Acclamato dalla critica di tutto il mondo, tra cui quella italiana, e disegnato in un bianco e nero fortemente contrastato, la Coconino ripropone questo moderno classico in una nuova edizione che raccoglie questa lunga saga che racconta di un’epidemia che si propaga tra gli adolescenti, trasmettendosi per via sessuale (metafora scoperta dell’Aids) e causando diverse mutazioni fisiche. La gravità del male, l’esclusione crescente subìta dalle vittime si manifestano attraverso un’atmosfera di palpabile frenesia sessuale. Collegando horror e sessualità, Burns porta alle estreme conseguenze le difficoltà legate alla scoperta del corpo altrui, in un percorso che rimanda a quelli del regista canadese David Cronenberg. Una serie che è già un classico in tutto il mondo.

BlackHole_img1

Charles Burns. Autore di Spookyland, è nato a Washington e vive attualmente a Philadelphia. Creatore di Big Baby, si è aggiudicato i più importanti riconoscimenti americani proprio come creatore di Black Hole, ma memorabili sono anche le sue illustrazioni per riviste come Time e Rolling Stone. In Italia i suoi lavori sono stati pubblicati su molte riviste, tra cui Frigidaire, Dolce Vita e Black.

6 pensieri su “Vinci Black Hole!

  1. Pingback: Un altro anno luttuosamente insieme | salone del lutto

  2. “Le gioie, i dolori tra poco avran fine, La tomba ai mortali di tutto è confine! Non lagrima o fiore avrà la mia fossa, Non croce col nome che copra quest’ossa!”

    Giuseppe Verdi, LA TRAVIATA
    (Addio del passato)

  3. La morte è la prima notte di qiuete. Uno stato di grazia e libertà. Non più limiti, confini, condizionamenti e tutto quanto disturba il nostro io/essere.
    Daniela Vincenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...