Bellezza, un possesso per l’eternità

La bellezza è bella ed è sempre bello mostrarla. Il Salone del Lutto ci prova spesso, dal suo cantuccio su facebook, proponendo icone femminili del passato, che ancora infondono in chi guarda l’idea di una sensualità profonda, che non ha bisogno di troppe parole per raccontarsi. Quella che vedete è una galleria work in progress, che si arricchirà nel tempo di altri volti, altri nomi, altri frammenti di storie. Il proposito è quello di guardare al passato, come spesso facciamo, per andare a recuperare un’idea, un “canone luttuoso”, fatto di contorni occhi ben definiti, labbra che paiono cuori, piume, pizzi, perle e tanto nero. Anche di nudità, a volte, dove la pelle gioca a nascondersi e a mostrarsi. Buon viaggio. Sono certa che lo sarà.

Louise Brooks, 1906 – 1985, ballerina, showgirl, attrice. Nata in provincia e figlia di un avvocato, studiò alla scuola di ballo Denishawn. All'età di nove anni, un vicino abusò sessualmente di lei. L'episodio ebbe conseguenze cruciali sulla sua vita e carriera, complice anche il mancato sostegno da parte della famiglia. La sua esperienza nel mondo del cinema iniziò a fine anni Venti negli Usa e in Francia, ma fu in Germania, guidata da Georg Wilhelm Pabst, che divenne un mito, impersonando Lulù in “Il vaso di Pandora”. Poi l’oblio: ballerina nei night club, speaker alla radio e infine commessa. Fu riscoperta negli anni Cinquanta – “Non c'è nessuna Garbo! Nessuna Dietrich! C'è solo Louise Brooks!” – quando, tra l’altro, iniziò a lavorare come critica per riviste cinematografiche. Morì sola, dimenticata e fu sepolta all’Holy Sepulchre Cemetery di Rochester (New York).

Louise Brooks, 1906 – 1985, ballerina, showgirl, attrice. Nata in provincia e figlia di un avvocato, studiò alla scuola di ballo Denishawn. All’età di nove anni, un vicino abusò sessualmente di lei. L’episodio ebbe conseguenze cruciali sulla sua vita e carriera, complice anche il mancato sostegno da parte della famiglia. La sua esperienza nel mondo del cinema iniziò a fine anni Venti negli Usa e in Francia, ma fu in Germania, guidata da Georg Wilhelm Pabst, che divenne un mito, impersonando Lulù in “Il vaso di Pandora”. Poi l’oblio: ballerina nei night club, speaker alla radio e infine commessa. Fu riscoperta negli anni Cinquanta – “Non c’è nessuna Garbo! Nessuna Dietrich! C’è solo Louise Brooks!” – quando, tra l’altro, iniziò a lavorare come critica per riviste cinematografiche. Morì sola, dimenticata e fu sepolta all’Holy Sepulchre Cemetery di Rochester (New York).

Lina Basquette, 1907 – 1994, ballerina e attrice. Iniziò a recitare prestissimo e nella danza era così brava da essere chiamata “America’s Prima Ballerina”. Bruciò tutte le tappe, anche nella vita privata: a 20 anni era già vedova. Dopo la morte di Sam Warner, della Warner Bros ebbe un altro marito e molti altri uomini. Vera “Donna pagana”, si ritirò dalle scene nel 1943 e ha una stella sull’Hollywood Walk of Fame.

Lina Basquette, 1907 – 1994, ballerina e attrice. Iniziò a recitare prestissimo e nella danza era così brava da essere chiamata “America’s Prima Ballerina”. Bruciò tutte le tappe, anche nella vita privata: a 20 anni era già vedova. Dopo la morte di Sam Warner, della Warner Bros ebbe un altro marito e molti altri uomini. Vera “Donna pagana”, si ritirò dalle scene nel 1943 e ha una stella sull’Hollywood Walk of Fame.

The Gutcherlein Sisters aka Sisters G (Eleanor e Carla)

The Gutcherlein Sisters aka Sisters G (Eleanor e Carla)

Valeska Suratt, 1882 – 1962, attrice protagonista di 11 film muti, che sono andati tutti persi. Nacque a Owensville, in Indiana. Debuttò nel 1900 a Chicago e non tardò a farsi notare per la scelta glam dei suoi abiti, tanto da meritarsi il soprannome di “Empress of Fashions”. I suoi film risalgono tutti al 1915-1917, dopodiché così com’era divenuta velocemente una stella, velocemente divenne una cometa e, dalla fine degli anni Venti, visse in completo declino, tentando peraltro di vendere una propria storia “romanzata” dove si spacciava per la Vergine Maria. Morì a Washington D.C. ed è sepolta nell’Higland Lawn Cemetery a Terre Haute, in Indiana.

Valeska Suratt, 1882 – 1962, attrice protagonista di 11 film muti, che sono andati tutti persi. Nacque a Owensville, in Indiana. Debuttò nel 1900 a Chicago e non tardò a farsi notare per la scelta glam dei suoi abiti, tanto da meritarsi il soprannome di “Empress of Fashions”. I suoi film risalgono tutti al 1915-1917, dopodiché così com’era divenuta velocemente una stella, velocemente divenne una cometa e, dalla fine degli anni Venti, visse in completo declino, tentando peraltro di vendere una propria storia “romanzata” dove si spacciava per la Vergine Maria. Morì a Washington D.C. ed è sepolta nell’Higland Lawn Cemetery a Terre Haute, in Indiana.

Mary Eaton, 1901 – 1948, attrice, cantante e ballerina. Nacque a Norfolk, in Virginia, e iniziò prestissimo a esibirsi insieme alle sorelle Doris e Pearl, superandole in popolarità. Recitò anche per il cinema, oltre che allo Ziegfield Follies, ma a inizio anni Trenta la sua carriera era già in declino, e anche la vita privata era un’autentica bagarre. L’alcol divenne un rifugio, e nel ’48 la Eaton morì per una malattia del fegato. È sepolta al Forest Lawn Cemetery di Los Angeles, insieme ad altri componenti della famiglia.

Mary Eaton, 1901 – 1948, attrice, cantante e ballerina. Nacque a Norfolk, in Virginia, e iniziò prestissimo a esibirsi insieme alle sorelle Doris e Pearl, superandole in popolarità. Recitò anche per il cinema, oltre che allo Ziegfield Follies, ma a inizio anni Trenta la sua carriera era già in declino, e anche la vita privata era un’autentica bagarre. L’alcol divenne un rifugio, e nel ’48 la Eaton morì per una malattia del fegato. È sepolta al Forest Lawn Cemetery di Los Angeles, insieme ad altri componenti della famiglia.

Drucilla Strain

Drucilla Strain

Cléo de Merode, 1881 – 1966, ballerina. Viennese di nascita, ma cresciuta a Parigi da parigina, fu avviata alla danza presso la scuola dell’Opéra national de Paris, e debuttò che aveva appena 11 anni. Esempio di eleganza per le donne francesi, posò per Toulouse-Lautrec ed Edgar Degas e il suo stile per molti versi segnò la moda della Belle Époque. I fotografi dell'epoca fecero a gara nel riprodurne le fattezze, che finirono anche sulle cartoline, cosicché la sua immagine finì per raggiungere angoli del globo che ella non visitò mai. Ebbe molti amori, tra cui il re Leopoldo II del Belgio, ma non si sposò mai e morì sola in un appartamento del parco Monceau di Parigi. È sepolta a Père Lachaise.

Cléo de Merode, 1881 – 1966, ballerina. Viennese di nascita, ma cresciuta a Parigi da parigina, fu avviata alla danza presso la scuola dell’Opéra national de Paris, e debuttò che aveva appena 11 anni. Esempio di eleganza per le donne francesi, posò per Toulouse-Lautrec ed Edgar Degas e il suo stile per molti versi segnò la moda della Belle Époque. I fotografi dell’epoca fecero a gara nel riprodurne le fattezze, che finirono anche sulle cartoline, cosicché la sua immagine finì per raggiungere angoli del globo che ella non visitò mai. Ebbe molti amori, tra cui il re Leopoldo II del Belgio, ma non si sposò mai e morì sola in un appartamento del parco Monceau di Parigi. È sepolta a Père Lachaise.

Theda Bara, 1885 – 1955, attrice, vamp e femme fatale. Il suo nome è l’anagramma di Arab Death e, fin dal suo primo ruolo da protagonista in “La vampira”, interpretò sempre il ruolo della donna perversa e tentatrice. Imperversò negli anni Dieci, finché nel decennio successivo la vamp non fu soppiantata dalla maschietta e Theda non si ritirò a vita privata, insieme al marito Charles Brabin.

Theda Bara, 1885 – 1955, attrice, vamp e femme fatale. Il suo nome è l’anagramma di Arab Death e, fin dal suo primo ruolo da protagonista in “La vampira”, interpretò sempre il ruolo della donna perversa e tentatrice. Imperversò negli anni Dieci, finché nel decennio successivo la vamp non fu soppiantata dalla maschietta e Theda non si ritirò a vita privata, insieme al marito Charles Brabin.

Phillys Le Grand, 1888 – 1981

Phillys Le Grand, 1888 – 1981

Claire Luce, 1903 – 1989, attrice e ballerina. Recitò, oltre che in alcuni film importanti – come “Up the River” diretto da John Ford –, al fianco di Fred Astaire nel musical “Gay Divorce”. Astaire tentò di farla ingaggiare anche per la trasposizione cinematografica del film, ma la casa di produzione le preferì Ginger Rogers. Astaire fu sempre uno dei suoi più ferventi ammiratori tanto da accreditarla come l’ispirazione del passo “Night and Day” nella sua autobiografia.

Claire Luce, 1903 – 1989, attrice e ballerina. Recitò, oltre che in alcuni film importanti – come “Up the River” diretto da John Ford –, al fianco di Fred Astaire nel musical “Gay Divorce”. Astaire tentò di farla ingaggiare anche per la trasposizione cinematografica del film, ma la casa di produzione le preferì Ginger Rogers. Astaire fu sempre uno dei suoi più ferventi ammiratori tanto da accreditarla come l’ispirazione del passo “Night and Day” nella sua autobiografia.

Nita Naldi, 1897 – 1961. La sua salvezza fu a tutti gli effetti la recitazione, che le consentì di rifuggire una vita miserevole, accedendo prima a una compagnia di vaudeville e successivamente all’ambito Zigfield Follies. Dopo alcune parti minori la consacrazione come attrice protagonista nel film “Dr. Jeckill e Mr. Hyde, che le valse il soprannome di “Dumb Duse”, ossia la Duse muta, da parte del suo compagno di scena. In “Sangue e arena” recitò a fianco di Rodolfo Valentino, diventando amica sua e della di lui moglie. Finito il sodalizio artistico, ebbe ancora alcune piccole parti, finché nel ’32 non dovette dichiarare bancarotta. È sepolta nella tomba di famiglia al sepolta nella tomba di famiglia al Calvary Cemetery nel Queens.

Nita Naldi, 1897 – 1961. La sua salvezza fu a tutti gli effetti la recitazione, che le consentì di rifuggire una vita miserevole, accedendo prima a una compagnia di vaudeville e successivamente all’ambito Zigfield Follies. Dopo alcune parti minori la consacrazione come attrice protagonista nel film “Dr. Jeckill e Mr. Hyde, che le valse il soprannome di “Dumb Duse”, ossia la Duse muta, da parte del suo compagno di scena. In “Sangue e arena” recitò a fianco di Rodolfo Valentino, diventando amica sua e della di lui moglie. Finito il sodalizio artistico, ebbe ancora alcune piccole parti, finché nel ’32 non dovette dichiarare bancarotta. È sepolta nella tomba di famiglia al sepolta nella tomba di famiglia al Calvary Cemetery nel Queens.

Caja Eric

Caja Eric

Doris Eaton, 1904 – 2010. Nessun refuso, la più giovane delle sorelle Eaton e una delle più recenti acquisizioni della rivista Zigfield Follies è effettivamente morta a 106 anni. Dopo la rivista, e il cinema, per tre decenni fu anche in tv. Infine si ritirò in un ranch insieme al marito, dedicandosi all’allevamento di cavalli. Una vita lunghissima, dal film muto all’era del web, e innumerevoli interviste rilasciate a giornalisti e scrittori, per preservare tracce di quei tempi, che ci sono stati finché c’è stata lei.

Doris Eaton, 1904 – 2010. Nessun refuso, la più giovane delle sorelle Eaton e una delle più recenti acquisizioni della rivista Zigfield Follies è effettivamente morta a 106 anni. Dopo la rivista, e il cinema, per tre decenni fu anche in tv. Infine si ritirò in un ranch insieme al marito, dedicandosi all’allevamento di cavalli. Una vita lunghissima, dal film muto all’era del web, e innumerevoli interviste rilasciate a giornalisti e scrittori, per preservare tracce di quei tempi, che ci sono stati finché c’è stata lei.

Gloria Swanson, 1899 – 1983. Attrice, cantante e produttrice, nota per la sua interpretazione di Norma Desmond nel film “Sunset Boulevard”, dove interpretò se stessa, ovvero un’attrice dell’epoca del film muto che vive nel ricordo del passato. Fu una delle dive incontrastate del film muto e divenne una vera e propria icona del moda del suo tempo.

Gloria Swanson, 1899 – 1983. Attrice, cantante e produttrice, nota per la sua interpretazione di Norma Desmond nel film “Sunset Boulevard”, dove interpretò se stessa, ovvero un’attrice dell’epoca del film muto che vive nel ricordo del passato. Fu una delle dive incontrastate del film muto e divenne una vera e propria icona del moda del suo tempo.

Myrna Darby

Myrna Darby

Anita Page, 1910 – 2008.  Una carriera fulminante, migliaia di lettere e messaggi ricevuti dai propri fan – tra cui anche quelle di un certo Benito Mussolini che ambiva a sposarla. Un ritiro inaspettato, forse, ad appena 23 anni di età (per non dover più subire le molestie dei produttori), per poi ricominciare a recitare nel ’96 e nel nuovo millennio, quando divenne una delle ultime superstiti dell’epoca del film muto, the “last star of the silents. È sepolta all’Holy Cross Cemetery di San Diego e ha una stella dedicata sulla Hollywood Walk of Fame.

Anita Page, 1910 – 2008. Una carriera fulminante, migliaia di lettere e messaggi ricevuti dai propri fan – tra cui anche quelle di un certo Benito Mussolini che ambiva a sposarla. Un ritiro inaspettato, forse, ad appena 23 anni di età (per non dover più subire le molestie dei produttori), per poi ricominciare a recitare nel ’96 e nel nuovo millennio, quando divenne una delle ultime superstiti dell’epoca del film muto, the “last star of the silents. È sepolta all’Holy Cross Cemetery di San Diego e ha una stella dedicata sulla Hollywood Walk of Fame.

Mary Nolan, 1905 – 1948. Fu modella e a Zigfield Follies divenne nota col soprannome di “Bubbles”. La storia d’amore turbolenta con Frank Tinney, anch’egli attore, fu all’origine del loro licenziamento e della breve e altalenante carriera di Mary, che morì giovane, a 42 anni, per arresto cardiaco.

Mary Nolan, 1905 – 1948. Fu modella e a Zigfield Follies divenne nota col soprannome di “Bubbles”. La storia d’amore turbolenta con Frank Tinney, anch’egli attore, fu all’origine del loro licenziamento e della breve e altalenante carriera di Mary, che morì giovane, a 42 anni, per arresto cardiaco.

Zigfield Follies

Zigfield Follies

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...