La mia Istanbul, tra grazia e passioni

Sono a Istanbul nei giorni dei disordini. O, meglio, dei tentativi di stabilire un nuovo ordine, che sia più rispettoso dei diritti dei cittadini, dell’amore per la natura, per i pochi alberi che ancora resistono a un’espansione edilizia senza sosta e senza quartiere. Sono a Istanbul per lavoro, ma poi anche per iniziare ad annusare…